Meno due giorni al mio weekend milanese

Tra meno di due giorni tornerò a Milano per un weekend lungo e mi sono già informata sulle iniziative a mio parere più interessanti. Come al solito metterò in pratica la “sapiente capacità di pianificazione” che mi contraddistingue per incastrare tutto alla perfezione. Ci riuscirò?

Che cosa accade questo weekend a Milano? Partirei subito con il Festival Internazionale di Poesia organizzato dal Mudec, proprio il 12 e il 13 (sì, quello della mostra Frida Kahlo – Oltre il mito,) L’idea di questa iniziativa sarebbe provare,attraverso diversi modi di fare ed essere poesia, a costruire la Città Invisibile, titolo e tema del Festival, di ispirazione calviniana.
Sono previsti 60 eventi gratuiti che coinvolgeranno 262 artisti: poeti e scrittori internazionali, ma anche i giovani dei collettivi emergenti di tutta Italia.
Sono molto felice che il Mudec abbia organizzato questi incontri, perché mi sembrano tutti molto interessanti ma soprattutto perché qui a Iasi, cittadina rumena al confine moldavo, non ci sono proprio così tante iniziative. O meglio, ci sarebbero anche, anche ma quasi mai in inglese.

festival internazionale poesia milano

Questa sera incontro per ricordare Giulio Regeni

Questa sera, giovedì 10, alle 19 viene organizzato come avvicinamento al Festival l’incontro dedicato a Giulio (Regeni) presso la Casa dei Diritti di Milano. Si procederà ad una lettura dei contributi poetici inviati per Giulio, per non dimenticare questa vicenda che ancora non ha trovato una vera e propria conclusione. Parteciperanno Cecilia Strada, Paolo Pobbiati di Amnesty International, con Milton Fernàndez e ovviamente gli autori attraverso le loro poesie. Non potrò assistere a questa iniziativa, perché arrivo sabato, ma la consiglio a tutti quelli che si trovano a Milano e sono liberi da impegni.

weekend a milano

Sabato 12 e domenica 13

Nei giorni successivi, invece, ci sono davvero moltissimi incontri e iniziative, tutto riportato nel programma. Mi limito a segnalarvi, sabato alle 19 quello con Cecilia Strada allo Spazio delle Culture Khaled al – Asaad, sempre al Mudec, in zona Tortona, con l’accompagnamento musicale delle Corte Sciolte, musica mediterranea zigana. In questo caso si parlerà, del suo libro La guerra tra noi, ma soprattutto di terrorismo e dell’emergenza migranti (almeno così da programma). Il libro l’ho già letto, mi ha tenuto compagnia durante volo Orio al Serio – Eindhoven (gli aeroporti dei povery come me) e relativi trasferimenti per completare la tratta Seveso – Utrecht. Questo per dire che è molto appassionante e scorrevole, infatti si legge abbastanza velocemente, ma è anche ricco di spunti interessanti.
Domenica alle 10, sempre lo stesso spazio, invece, ospiterà l’incontro poetico sul tema delle migrazioni Migro (siamo tutti migranti). Viaggio inverso al pensiero.

Per finire: GNAM – Festival europeo di cibo di strada

GNAM-2018-777x304

Per cambiare totalmente argomento, con un’iniziativa che non c’entra nulla, infatti mi dispiace anche fare questo accostamento, dal 10 al 13 maggio per la prima volta a Milano ci sarà anche lo Gnam: Il Festival Europeo di cibo di strada. Ci sono già state iniziative simili a Roma, e di solito è un macello, lunghe code e attese interminabili, ma confido nell’efficienza meneghina. L’estate scorsa hanno organizzato qualcosa di simile a Utrecht anche se più in piccolo, ed è stato molto carino.
La selezione degli stand promette molto bene, perché ci saranno sia prodotti internazionali (Sudamerica, Giappone, Spagna, Ungheria e Grecia), sia prodotti tipici di alcune regioni italiane, tra cui Puglia e Sicilia. Mi lascia un po perplessa il “kebab del Chianti”. Da quello che ho capito si tratta di porchetta con vari ingredienti in un panino, come quello utilizzato per il kebab . Spero non sia come il lampredotto, ma se avete qualche informazione in più a riguardo, scrivetemi per favore.

Si ritorna a casa ogni tanto

Sono molto contenta di tornare a casa per questi quattro giorni scarsi, nonostante le analisi che dovrò fare, per ovvi motivi, ma trovare così tante iniziative interessanti a Milano mi rende davvero molto felice.
Dal punto di vista dei voli Iași è abbastanza ben collegata con Milano, soprattutto per quanto riguarda le low-cost: Wizz Air e Blue Air volano direttamente da Orio a Iași, per cui per me è possibile tornare senza spendere un patrimonio.
Ps. In un colpo solo riesco anche ad essere presente al compleanno del mio papà e alla festa della mamma (in Italia, in Romania è stata il 6 maggio).
In copertina una foto scattata da me dell’ultimo ritorno, quindi Amsterdam – Milano, se non ricordo male.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

A WordPress.com Website.

Up ↑

%d bloggers like this: